Una Mini ibrida

mini_castagna


Nei giorni scorsi, un po' per caso, ho scattato questa foto e, trovandola interessante dal punto di vista "motoristico", l'ho inviata agli amici di Autoblog che ne hanno realizzato un post. Essendo degli esperti di prim'ordine, hanno scoperto che si tratta di una Mini ibrida. O meglio una di Mini by BMW rivisitata dalla Carrozzeria Castagna: un atelier milanese che raccoglie nientemeno che l'eredità di uno dei più noti costruttori europei di carrozze dell'Ottocento.

mini_castagna


In effetti sul sito di Castagna, c'è ovviamente qualche indicazione in più. Conservando la meccanica e il propulsore di origine, è stato aggiunto al veicolo un motore elettrico dotato di un impianto che consente in ogni momento di scegliere con che tipo di propulsione muoversi. Le batterie sono gestite da un programma di ottimizzazione delle risorse di bordo, garantiscono una autonomia sino a 200 km e una velocità massima di 140 km/h. E' sempre possibile scegliere se utilizzare il motore a combustione per i tratti extraurbani o in funzione di generatore per ricaricare le batterie.

Non abbiamo altri dati, ma a questo punto la domanda spontanea che ci poniamo è: com'è possibile che un piccolo carrozziere milanese riesce a fare ciò che le grandi industrie, che hanno a disposizione mezzi finanziari pressochè illimitati, distillano con il contagocce ai propri clienti? Certo, Castagna non farà sicuramente gli stessi numeri delle maggiori case mondiali ma almeno il dubbio a questo punto ci sembra lecito... Voi cosa ne pensate?

  • shares
  • +1
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: