Recensione di una scomoda verità/Roma

locandina Film An Unconvenient Truth Ed ecco invece le reazioni del pubblico romano alla visione del "docufilm" di Al Gore, andata in contemporanea a quella milanese.
Complessivamente un 7,5, in particolare:

Riccardo: mi piacerebbe definirlo “fantastico”, purtroppo non lo è perché è REALE. Poco più di un’ora per confrontarci con qualcosa che ci viene reso sempre più semplice ignorare

Francesco: grande ricchezza di immagini e di materiale scientifico e cinematografico. L’impegno politico, morale e spirituale del film è degno della massima considerazione. Ottimo.

Antonella R: trasmette molta più angoscia e frustrazione rispetto alla consapevolezza di poter cambiare le cose. Il film è importante e utile a sensibilizzare le coscienze, ma forse qualche indicazione più concreta e alla portata di tutti aiuterebbe a far sentire ciascuno di noi in grado di cambiare le cose.

Marcello: il film ci ricorda che dobbiamo fare presto, perché poi è tardi… La società civile come i vertici politici dovrebbero averlo capito. La cosa triste è che questo film lo vedranno (probabilmente) la metà degli spettatori che hanno visto Natale a New York!

Giorgio: Film chiaro e fatto bene. Il problema è che questi film andrebbero fatti vedere ai vari politici e presidenti di multinazionali…

Antonella M: Spiega bene il problema ma fornisce poche indicazioni su come risolverlo. Molto angosciante, molto chiaro, didattico. Dovrebbe essere visto da tutti, dovrebbero trasmetterlo in TV!

Felgra: adesso mi sento cosciente della situazione, cercherò maggiori informazioni e mi attiverò per agire e condividere.

Il mio commento personale si allinea a quello degli altri (e di chi non ho riportato, scusate!). Fatto bene, basato su informazioni scientifiche interessanti (si peccato non poter prendere appunti) e su quel giusto di commozione che serve per smuovere le coscenze. Per me va bene così (ma capisco di essere in minoranza!!) anche la minor attenzione sui "consigli pratici", è un film per smuovere le coscenze della gente, ma anche e soprattutto per smuovere le coscenze POLITICHE di chi vota e di chi è stato votato (evviva la citazione di Lumachina!).

Va tenuto in considerazione nel vederlo che è un documentario sull'attività di Al Gore per sensibilizzare l'opinione pubblica americana. Quindi: è molto concentrato su di lui, è tagliato sia nei contenuti che nelle emozioni sul pubblico americano. Fatte queste premesse, è assolutamente importante che lo veda il maggior numero di persone.
Gratis per tutte le scuole, direi.

Per (falsa) modestia non ho riportato i complimenti e i ringraziamenti a Ecoblog ;-)

[viviana]

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: