Case ecologiche a Singapore nel quartiere popolare di Punggon - Il video

A Punggol grande città alla periferia di Singapore è sorto un grosso quartiere di case popolari ossia 4191 appartamenti di varie metrature. Per la verità la presentazione ufficiale li descrive come agglomerato residenziale e all'apparenza sembrano palazzoni del tutto simili ai tradizionali proprio come tutti gli altri. In realtà fanno sapere gli architetti che li hanno ideati le costruzioni sono in grado di produrre energia sfruttando il vento.

Le soluzioni per il risparmio energetico adottate comunque sono diverse e si va dal tetto ricoperto di vegetazione alle pareti dipinte in bianco per ottenere il famoso effetto albedo. Per spiegare nel dettaglio l'ampiezza delle soluzioni adottate è nato il sito we love Punggol in cui sono raccolte planimetrie e rendering.

Spiega il direttore del progetto:

Abbiamo inserito alcuni sistemi eco-friendly che aiutano a sfruttare meglio l'energia eolica, ad estendere le zone verdi a ridurre il consumo di energia e di acqua e a promuovere il riciclo dei rifiuti - tutto in una unica abitazione.

I costi per la verità sono un po' più alti rispetto alle case costruite secondo l'edilizia popolare tradizionale e il governo malesi si è fatto carico dei costi per ammortizzare quel 7% in più. Alcuni sponsor privati invece si sono presi in carico sia l'installazione sia il mantenimento degli impianti fotovoltaici guadagnando sull'energia prodotta in più.

Quel che lascia perplessi rispetto all'effettivo impatto ambientale è l'elevato numero di appartamenti e di persone che popoleranno il quartiere.

  • shares
  • Mail