Inizia la scuola e compriamo (se serve) kit materiali scolastici ecologici e sani

In Francia è sceso in campo il ministero per lo Sviluppo sostenibile per invitare i 12milioni di studenti che riprendono il nuovo anno scolastico a acquistare i materiali ecologici per la scuola. Ma l'invito della cartella sana è rivolto anche alle segreterie e agli uffici di presidenza.

L'inquinamento dell'aria all'interno degli edifici scolastici è elevato e ciò è dovuto anche al fatto che almeno 30 persone nelle aule usano assieme pennarelli, colle, solventi, penne che sono composti da molti elementi chimici e inquinanti. Sapete quanto inquina il processo di produzione di uno zaino scolastico in poliestere? E' pari alla CO2 emessa da un'auto per 370Km. E sapete di quante energia necessità la produzione di un singolo foglio di carta?

Un foglio necessita di energia pari a 10 minuti di luce con una lampadina da 60 watt mentre per produrre uno zaino in poliestere si emettono circa 59 kg di CO2. In altre parole meglio usare lo zaino dello scorso anno piuttosto che acquistarne uno nuovo.

Le regole per inquinare meno a scuola sono semplici e proprio il ministero per l'ecologia invita a non acquistare oltre il necessario, facendo prima un rapido controllo dei materiali che sono già a disposizione degli scolari:

Non cedete alla tentazione. Quando entrate in un negozio non lasciatevi tentare dai prodotti se non ne avete davvero bisogno. Alcuni quaderni o agende sono molto belli ma forse non vi servono e neanche sono utili. Aspettate di conoscere le indicazioni degli insegnanti in merito a quaderni, diari e abbigliamento sportivo, ad esempio e evitate acquisti inutili.

Privilegiate gli acquisti contrassegnati dal marchio Ecolabel presente su numerosi prodotti destinati alla scuola o all'ufficio e che attestano un ridotto impatto ambientale per tutto il ciclo di vita del prodotto: dalla fabbricazione al riciclo.

Ed ecco le scelte da adottare in quattro punti:


  • Scegliere prodotti meno devastanti per l'ambiente privilegiando la solidità al fine di usarli anche negli anni successivi.
  • Scegliere i prodotti ricaricabili e non usa e getta come i porta mine o penne stilografiche (peraltro elegantissime)
  • Se non trovate prodotti con Ecolabel scegliete prodotti provenienti dalla filiera del riciclo come squadrette, portapastelli, penne ecc. A volte in commercio si trovano prodotti con linee datate ma che svolgono efficacemente il loro lavoro.
  • Preferite quei prodotti che hanno meno imballaggio e non dimenticate di usare un sacchetto per la spesa riciclabile. Comprate nelle vendite d'occasione e di seconda mano, scambiate gli oggetti se potete e riusate quelli vecchi.

Su NeoPlanete una lista di prodotti ecologici a cui possiamo ispirarci anche noi in Italia.

Foto | TMnews

  • shares
  • Mail