Mozziconi e chewingum, pene severe per i maleducati

La Commissione Ambiente della Camera ha avviato ieri l'esame di due nuove proposte di legge anti-mozziconi ed anti-chewingum. In Italia si vendono quotidianamente 140 milioni di sigarette, dunque 51 miliardi di mozziconi che ogni anno finiscono nei posaceneri e non solo: spiagge, strade, tombini, boschi, sono innumerevoli i luoghi dove questi non andrebbero gettati.

Per cambiare questo fastidioso malcostume la Commissione Ambiente ha approvato una proposta bipartisan che inasprisce le pene pecuniarie fino a 500€ per i fumatori ed i masticatori ineducati; già perchè non sono solo le cicche di sigaretta ad essere incriminate ma anche le cicche da masticare, quelle odiose pietruzze bianche che si appiccicano sotto le suole o si disperdono nell'ambiente.

Il relatore Agostino Chiglia (Pdl) presenterà un testo unico la prossima settimana che unirà le due proposte, prevedendo anche delle norme specifiche sullo smaltimento di questi “rifiuti speciali”; verrà demandato ad un decreto ministeriale definirne le modalità di smaltimento, istruendo una vera e propria raccolta differenziata di mozziconi e gomme da masticare, demandando ai Comuni l'installazione in strade e parchi di appositi raccoglitori per la loro raccolta.


Unitariamente verrà prevista una campagna informativa di sensibilizzazione sugli effetti nocivi sull'ambiente e sulla salute umana derivanti dalle sostanze chimiche presenti nei mozziconi e sull'inquinamento ambientale che deriva dalla dispersione di gomme da masticare.

E i soldi per l'applicazione del provvedimento? Li raccoglieranno altri italici vizi: grazie all'aumento dell'Iva sugli alcolici infatti si prevede che non ci saranno problemi a reperire i fondi per i raccoglitori.

Via | ANSA

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: