Aviaria a Brescia: abbattuti 26.700 tacchini

Sono in fase di abbattimento 26.700 tacchini contagiati dal virus dell'aviaria in due allevamenti nel bresciano a Paderno Franciacorta. L'H5N2 questo il nome del virus, ha contagiato i due allevamenti lo scorso 31 agosto a pochissimi giorni dal precedente controllo del 23 agosto dove non erano state rilevate anomalie.Noi di Ecoblog proprio qualche giorno fa ricordavamo che a causa dei cambiamenti climatici il virus dell'aviaria si propaga più facilmente.

L'ASL ha disposto i controlli per gli allevamenti presenti nel raggio di 3Km e dunque procederà al controllo di 75 allevamenti di tacchini, 88 di galline ovaiole e 30 di uova da cova. Nel frattempo come precauzione sono stati chiusi i mercati e le fiere di pollame.

Ha detto Francesco Vassallo direttore sanitario dell’Asl:

Il virus è a bassa patogenicità e quindi non potenzialmente pericoloso per la salute pubblica. Tuttavia è necessario abbattere tutti i capi a scopo preventivo. In questo modo si evita la diffusione della malattia e la nascita di nuovi focolai, e si azzera il rischio che il virus, mantenendosi nell’ambiente, possa mutare verso una forma ad alta patogenicità.Non c’è alcun rischio che tacchini affetti da virus H5N2 siano macellati e introdotti nel circuito commerciale, poiché negli allevamenti infetti i tacchini erano a metà del loro ciclo di vita, pertanto non pronti per la macellazione.

Una considerazione a caldo va fatta: se in soli due allevamenti sono presenti almeno 26.700 tacchini quanti polli e tacchini e galline ovaiole e galline da cova sono presenti nei circa 193 allevamenti che dovranno essere monitorati nei prossimi giorni?

Via | Qui brescia
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail