La Green Gym è arrivata in Italia da 3 anni e perché non banalizzare la notizia

Se siete come me curiosi delle notizie web non potrete non aver notato oggi il lancio di una news particolare: arriva in Italia la Green Gym, ossia il bicipite si modella con vanga e zappa. Divertente vero? Peccato che Green Gym® sia un marchio registrato e peraltro un'attività molto seria iniziata dell'Associazione TCV - The Conservation Volounteers (nella foto sopra una classe di Green Gym) e che la notizia risalga al 2009. Ma ora vi spiego bene la storia.

Nel 2009 scrive di Green Gym Amando dove spiega il progetto di volontariato ambientale nato in Inghilterra, che chissà perché in Italia viene percepito come l'ennesimo fitness alternativo. Nel 2010 Marraiafura segnala dei corsi che poi non si sono ripetuti (almeno alla telefonata che ho fatto stamane e in cui mi è stato detto che forse riprenderanno in autunno o la prossima primavera: ci lasci la sua mail che le faremo sapere. Mail lasciata). Cala il silenzio sulla Green Gym fino al 3 settembre quando spunta L'Inkiesta con: Arriva la Green Gym mix di fitness e giardinaggio.

Segue la banalizzazione della notizia. Ecco alcuni esempi: per Stile è il giardinaggio che fa dimagrire,per Wired coltivare l'orto urbano pompa il bicipite, Fino al TGCOM24 che titola GreenGym il muscolo si modella con la zappa. Ma divertitevi a cercare anche altri titoli, sono tutti più o meno fantasiosi.

E ecco come nasce la Green Gym. Alla base il progetto del TCV - The Conservation Volounteers associazione ben solida in vita da 50 anni che ha per obiettivo la cura dell'ambiente: proprio con zappa e vanga. Infatti nella pagina di TCV dedicata alla Green Gym si legge:

La cosa grandiosa della Green Gym è che invece di stare chiuso tra le quattro mura di una palestra sei all'aria aperta. Potrai conoscere la conservazione dell'ambiente e come migliorare l'ambiente circostante.

Insisto sul fine, scusate, perché in Italia abbiamo la cattiva attitudine a considerare l'ambiente un ornamento piuttosto che un ecosistema vivente di cui anche noi facciamo parte.

Dunque per iniziare un corso giustamente alla TCV chiedono di essere contattati proponendo le diverse soluzioni: Green Gym è un marchio registrato e dunque TCV ha sviluppato la procedura di concessione della licenza d'uso. Viene fornito un pacchetto di servizi, compresa la formazione, la valutazione, il manuale e la consulenza per consentire alle organizzazioni di organizzare lezioni di Green Gym rispettose della qualità sviluppata. Il costo della licenza varia a seconda delle necessità di assistenza e viene data massima copertura sopratutto nel primo anno di attività. Peraltro TCV consiglia come sostenere i costi della licenza che variano tra le 17mila e le 30mila sterline all'anno e come trovare fonti di finanziamento.

Veniamo al corso vero e proprio che propone un cambiamento dello stile di vita e che dura 10 settimane. Il programma dunque introduce i partecipanti alle attività di conservazione e manutenzione di giardini, orti ecc. Viene effettuato un test d'ingresso per stabilire la preparazione fisica e la motivazione; i test sono poi ripetuti alla fine delle 10 settimane di corso per misurare i progressi. Ai partecipanti viene insegnato il metodo di mantenimento della Green Gym sicché possano continuare la loro attività anche dopo le 10 settimane di corso. Ogni sessione ospita fino a 15 partecipanti e costa circa 7000 sterline.

E' chiaro ora il perché non sia più la notiziella divertente del giardinaggio all'aperto per modellare bicipiti?

>> Green Gym su Fb

Foto | Courtesy TCV-Green Gym

  • shares
  • Mail