Monti dell'Ortaccio, le reazioni al Piano di gestione della nuova discarica

Dopo la presentazione del Piano di gestione della nuova discarica di Roma a Monti dell'Ortaccio ad opera del Co.La.Ri. non sono mancate le reazioni della cittadinanza di Valle Galeria, delle associazioni e della politica.

I residenti, da settimane sul piede di guerra a causa della scelta del commissario straordinario all'emergenza rifiuti Sottile, sottolineano che la distanza della nuova discarica è solo di 625m dall'abitato di Piana del Sole; oggi pomeriggio il sindaco Alemanno, giunto a Valle Galeria per incontrare i residenti, è stato accolto dai fischi e dalle urla di coloro i quali gli contestano la totale latitanza istituzionale sui problemi di inquinamento proprio nella Valle Galeria.

Il giudizio del presidente di Legambiente Lazio Lorenzo Parlati è severissimo:

Ma quale discarica provvisoria, un primo invaso per tre anni e cinque lotti sono una presa in giro bella e buona, la differenziata non decollerà mai e Monti dell'Ortaccio diventerà una nuova mega discarica decennale divora tutto. Siamo preoccupati, questa soluzione che continua a vedere i rifiuti gestiti tra impianti, discariche e inceneritori semplicemente fuorilegge e inaccettabile.

La durata del piano presentato dal Co.La.Ri. non è tuttavia l'unica perplessità riscontrata dagli attori in scena nelle proteste: i Radicali Lazio ad esempio si chiedono a cosa debba servire la vasca Poulder prevista nel piano di gestione:

A cosa serve il Polder (impermeabilizzazione realizzata da una miscela di cemento, acqua e bentonite) se, com’è stato più volte dichiarato, nell’invaso verranno smaltiti solo rifiuti trattati? E’ utile ricordare che la frazione organica stabilizzata, prodotta a norma di legge, non rilascia percolato

Il sindaco Alemanno, il presidente della provincia Zingaretti e la presidente della Regione Lazio Polverini si sono sempre dichiarati contrari alla discarica ai Monti dell'Ortaccio, ma sono in molti a sottolineare quanto le istituzioni abbiano sempre e solo latitato nell'ottica di una risoluzione del problema rifiuti e che l'attuale situazione sia la conseguenza di questo comportamento.

Via | Asca
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail