Ora legale anticipata negli USA

Gli USA passano all'ora legaleAnticipare il passaggio all'ora legale serve a risparmiare energia ma nel mondo globalizzato in cui viviamo queste misure dovrebbero essere concordate globalmente.

Gli USA hanno deciso unilateralmente di passare all'ora estiva con due settimane di anticipo rispetto alla data in cui anche l'Europa porterà le lancette degli orologi avanti di un'ora: il prossimo 25 marzo.
Hanno aderito anche alcuni province canadesi e l'ora legale resterà in vigore fino al 4 novembre (una settimana in più rispetto all'Europa).

L'idea e' ottima, ma sarebbe stato più utile che tutto il mondo si muovesse contemporaneamente. I problemi che potrebbero verificarsi sono simili al millenium bag, ovvero sono legati all'aggiornamento automatico dei timer dei computer in cui il cambiamento d'ora e' previsto per il 25 marzo. Oltre a questo, Windows ha fatto sapere che nel mese di marzo non verranno rilasciate le "pezze" relative alla sicurezza (niente aggiornamenti importanti, solo cose di bassa priorità per non creare problemi agli utenti a causa delle differenti ore in vigore in differenti parti del Mondo).

Sono già due anni che questa misura e' in funzione e gli USA prevedono di risparmiare abbastanza energia, tra il 2005 e il 2020 da poter fare a meno di costruire tre impianti di grandi dimensioni.
Economicamente i vantaggi ammontano a 4,4 miliardi di dollari. Tra gli effetti collaterali osservati si contano: meno crimini, meno incidenti stradali, migliore uso del tempo libero e una maggior produttività.
Secondo me, sarebbe utile introdurla anche in Europa.

Via | CorriereCanadese

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO