Una terra buona per l’orso marsicano

L'orso marsicano
Sono rimasti in 50 gli orsi marsicani abitanti del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e le aree limitrofe. Ieri il Corpo Forestale ha presentato il documentario “Una terra buona per l’orso” sulla vita e le abitudini degli ultimi esemplari rimasti. La foto qui sopra fa proprio venire voglia di vederlo questo documentario e soprattutto di difendere questi plantigradi.

Il documentario, a cura del giornalista e naturalista Francesco Petretti, è stato presentato nell’ambito del progetto di conservazione Life Orso realizzato con il contributo dell’Unione Europea. Il piano prevede una regolamentazione più restrittiva del transito dei veicoli sulle piste di montagna, l’ottimizzazione degli ecosistemi forestali attraverso la diversificazione strutturale di oltre 400 ettari di superficie e l’attento monitoraggio delle risorse alimentari. A minacciare l’esistenza del mammifero c'è il turismo smodato, l’alta mortalità dei cuccioli dovuta a volte alle malattie trasmesse da altri animali, lo sconfinamento aldilà del proprio habitat in zone aperte alla caccia al cinghiale, animale con il quale a volte viene confuso.

Sul sito del Corpo Forestale è disponibile una piccola galleria fotografica sull’orso marsicano, mentre per avere informazioni sul documentario si può contattare questo indirizzo: uff.stampa@corpoforestale.it

Via | Corpo Forestale

  • shares
  • Mail