Staminali umane producono ormone vegetale

ormone vegetale estratto da cellule staminali umane''Si tratta di una novità inaspettata, un paradosso biologico incredibile: e' il primo esempio che si riporti di cellule di mammifero, umane in particolare, capaci di produrre un ormone vegetale''.
A dare l'annuncio e' il professor Antonio De Flora, direttore scientifico del Centro di Biotecnologie Avanzate dove si e' svolta in parte la ricerca (una parte e' stata condotta presso il centro di eccellenza dell'Università di Genova e presso l'Istituto di biochimica).

Il fito-ormone acido abscissico difende le piante da situazioni molto ostili, quali la siccità (chiusura degli stomi), le gelate (nelle gemme), le temperature troppo elevate (stimola la crescita delle radici). ''Nell'uomo - spiega De Flora - ha la funzione di stimolare i granulociti neutrofili, cioè quei globuli bianchi che ci difendono, per esempio dalle infezioni. Inoltre può sostenere e attivare la proliferazione di precursori emopoietici e può autostimolare la proliferazione delle cellule mesenchimali (cioè quelle che provengono dal tessuto connettivale embrionale)''.

Secondo il professor De Flora, la scoperta del coinvolgimento di questo fito-ormone nell'espansione di cellule staminali nell'uomo apre la strada ad un possibile uso farmacologico.
''Non e' impossibile prevedere - afferma - che in un futuro non lontano da questo ormone vegetale, grazie alle capacità tecnologiche delle biotecnologie, si possa arrivare a dei farmaci o quasi farmaci capaci di incoraggiare l' emopoiesi (funzione fisiologica di produzione degli elementi del sangue) e cioè curare anemie plastiche fallimenti di trapianti di midollo''.

Via | Italiasalute

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: