Eolico, al primo referendum italiano vince il sì

Parco eolico MontescudaioIl 67,85% dei cittadini di Montescudaio (PI) ha detto sì al parco eolico che dovrebbe sorgere nelle vicinanze del paesino toscano. A partecipare alla prima consultazione diretta popolare in Italia sul tema il 55% dei 1.800 abitanti. Soddisfatto il sindaco Aurelio Pellegrini che parla di un risparmio per i cittadini di circa 200 euro l’anno in bolletta e di una “ presenza esemplare e compatta che ha dato soprattutto un esempio di partecipazione civile contro tutti i terrorismi e le demagogie che sono stati messi in atto in modo falso e pretestuoso”.

La dichiarazione del primo cittadino fa pensare alle polemiche che avevano accompagnato la proposta del referendum. La consultazione popolare aveva visto infatti associazioni ambientaliste, come Legambiente, a favore del parco e altre, come Italia Nostra Wwf e Lipu, contrarie. In un documento di queste tre ultime associazioni apparso su Greenreport si parla di informazione incompleta agli elettori: nessun ha detto che per risparmiare quelle 200 euro l’anno “si dovrebbero istallare dalle 15 alle 23 torri”. Ci si chiede inoltre se i cittadini sono consapevoli “che la Giunta Comunale ha già approvato uno studio di prefattibilità riguardante l´installazione di 17 torri di 80 metri, più i 20 della pala, sopra crinali in boschi di pregio, in zone demaniali e in totale assenza di una viabilità adeguata ad ospitare ciò che sarà equiparabile ad un impianto industriale”.

» Comune di Montescudaio
» I Verdi
» Referendum Montescudaio, quelli che dicono NO all´eolico da Greenreport

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: