Una foresta di 15mila alberi nel cuore di Parigi

Una foresta temporanea di 15 mila alberi nel cuore di Parigi è spuntata dal 15 settembre scorso. Centocinquanta le specie di alberi che sarà possibile conoscere ed ammirare da vicino. A trasformare l'area davanti al Palais-Royal in un bosco urbano gli uomini dell'Office national des forêts. L'iniziativa si è svolta nell'ambito delle Giornate Europee del Patrimonio (15-16 settembre 2012). Come ha spiegato Claude Lagarde, uno dei forestali coinvolti nel progetto:

La presenza di questi alberi, contrariamente a quanto avviene solitamente, è fare in modo che il pubblico venga a respirare l'aria del bosco in città, e non viceversa.

Sia i parigini che i tanti turisti che visitano la città ogni giorno hanno accolto favorevolmente l'iniziativa, scegliendo la piazza verde antistante il Palais-Royal per una pausa rigenerante in mezzo al verde e all'ossigeno. Lo smog a Parigi non dà tregua e non a caso le autorità pensano di vietare i veicoli diesel, altamente inquinanti, per migliorare la qualità dell'aria.

Questi 15mila alberi aiuteranno senz'altro a rendere l'aria più respirabile, peccato che non resteranno qui a lungo. Gli olmi, le querce, i peri selvatici, i castagni, le betulle ospitate nella piazza sono infatti un'installazione temporanea a scopi didattici voluta dalle corporazioni della filiera del legno (France Bois Forêt e Union de la Coopération Forestière Française) e resteranno in città solo fino al 23 settembre, poi gli alberi verranno trapiantati in piena campagna nell'ambito di un programma di riforestazione.

L'obiettivo della foresta nel cuore di Parigi è far conoscere il patrimonio boschivo del Paese ed avvicinare i giovani alle professioni ed alle tante opportunità di conoscenza e sostenibilità offerte dalle risorse forestali. Nella piazza si potrà anche ammirare una casa emissioni zero (Habitat Zero Carbone) ovviamente rigorosamente di legno e tante altre applicazioni del legno nella bioedilizia.

  • shares
  • Mail