L'auto elettrica vince la gara di agilità nel traffico di Napoli

L'auto elettrica è più veloce, performante e agile di una vettura convenzionale anche nel traffico di Napoli. Questo l'esito della gara tra un'auto elettrica e un'auto convenzionale che si è tenuta ieri a Napoli durante l'E-day, evento organizzato da ANEA e dall'Istituto Motori del Consiglio Nazionale delle Ricerche per la Settimana europea della Mobilità sostenibile a cui la città partenopea ha aderito con un ricco programma di manifestazioni.

Dunque le strade di Napoli sono state trasformate in un circuito di gara in cui la vettura elettrica ha avuto la meglio ben oltre le aspettative.

Spiega Michele Macaluso direttore ANEA, l'Agenzia Napoletana Energia Ambiente:

Noi avevamo fatto delle simulazioni e pensavamo ci fosse un guadagno di tempo di 5 minuti e invece è di 10 minuti.

Ma la giornata di ieri è stata anche l'occasione per tanti di effettuare test drive di veicoli elettrici gli unici ammessi assieme alle biciclette nelle ZTL messe a punto da Comune per decongestionare traffico e inquinamento in città. Dunque prima dei test drive tutte le case automobilistiche direttamente impegnate nel settore elettrico hanno presentato le loro vetture e le soluzioni individuate per favorire spostamenti brevi e efficaci all'interno delle aree urbane.

Sostanzialmente si è voluta superare quella diffidenza che molti automobilisti manifestano nei confronti della auto elettriche ritenendole, a causa della limitazione di durata della batteria, poco affidabili. In realtà come già molte volte sottolineato le auto sono spesso usate per compiere pochi chilometri al giorno nel percorso casa-scuola-lavoro per un massimo di 10-15Km. Ecco dunque che una piccola auto elettrica si presta all'uso.

Restano da risolvere però alcuni problemi quali: la difformità dei sistemi di ricarica non essendo stato ancora previsto uno standard europeo per le colonnine; la poca convenienza degli incentivi proposti dal governo per l'acquisto di una vettura elettrica e sopratutto l'alimentazione dell'energia che per rendere tutto il processo altamente virtuoso deve provenire da fonti rinnovabili e non da fonti fossili.

  • shares
  • Mail