Comuni fioriti contro la desertificazione

coldiretti combatte la desertificazione con i giardini - Foto ChefrandenColdiretti invita le amministrazioni comunali italiane a gareggiare nella cura del verde pubblico, contro il rischio desertificazione che interessa più di un terzo del territorio nazionale, per effetto dei cambiamenti climatici.

Adesso,... capisco l'interesse a sostenere il settore florovivaistico e apprezzo la bellezza di piante e fiori nelle aiuole cittadine, ma mi sembra che difficilmente si riuscirà a combattere la desertificazione a suon di gerani e petunie.

La desertificazione si combatte, in agricoltura, usando i sistemi di irrigazione a goccia, piantando siepi che ombreggino e interrompano il passaggio del vento, scegliendo di coltivare piante adatte. Ci sono posti in Italia in cui manca l'acqua. Posti in cui per legge, d'estate non si possono innaffiare i prati per non sprecare acqua.

Che poi i privati e i comuni vadano incoraggiati a prendersi cura del verde, e' sacrosanto. Il benessere dei cittadini e il microclima urbano non possono che trarre beneficio da balconi fioriti e aiuole curate, ma va fatto tutto pensandoci molto bene prima, perché usare combustibili fossili per scaldare le serre, onde poter vendere primule... potrebbe non aiutare il clima.

Nel concorso di Coldiretti e' prevista una sezione "comunicazione" che intende premiare le amministrazioni comunali che riusciranno a trasmettere meglio ai propri cittadini i valori del verde. Sarebbe bellissimo se la comunicazione non si limitasse ad indicare quali sono le tonalità che meglio si abbinano al piano comunale del colore, ma ci fossero anche indicazioni di specie autoctone, adatte al clima locale, con i relativi vivai in cui reperirle. Sarebbe bello se le piante venissero scelte dopo analisi ecologiche ed energetiche approfondite. Sarebbe bello se ci fosse della sostanza, oltre all'estetica.

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: