Nucleare, cesio radioattivo nei pesci vicino Fukushima

E' ancora oscuro il destino ambientale dell'area di Fukushima, spazzata lo scorso anno da uno tsunami che ha provocato l'incidente nucleare di cui tutto il mondo ancora parla: dopo i progetti per la riqualificazione e la bonifica dell'area di Fukushima, e dopo la notizia della presenza di cesio nella carne bovina e nel riso, ieri la Tepco (Tokyo Electric Power Company) ha diffuso un comunicato dai contenuti preoccupanti.

Secondo l'azienda che gestisce il ripristino e la messa in sicurezza della centrale nucleare Fukushima-Daiichi i livelli di cesio radioattivo riscontrati in nove tipi di pesci pescati nelle acque antistanti la centrale sarebbero eccessivi; secondo l'agenzia stampa Kyodo News che ha riportato la notizia in nove specie diverse di pesci sarebbero state trovate quantità superiori al consentito del metallo:

Cesio in misura di ben 1.350 becquerel per chilogrammo è stato trovato, il 5 settembre, nei greenling pescati a 1 km al largo della costa di Minamisoma, nella prefettura di Fukushima. Il livello di cesio era di gran lunga superiore a quello dei 100 becquerel ritenuti dal governo giapponese come sicuro per il consumo

Già a fine agosto la prefettura di Aomori aveva ordinato la sospensione del commercio di merluzzo del Pacifico pescato nell'area attorno alla centrale colpita dallo tsunami; un evento unico nel suo genere, ma che già faceva presagire delle ulteriori misure per fronteggiare la contaminazione post-disastro.

Eppure il governo centrale continua a difendere la sua politica energetica; va dato atto alla coalizione del premier Yoshihiko Nioda di aver dato forma ad alcune normative volte a ridurre la dipendenza energetica del Giappone dall'atomo, ma non si è stati in grado di assumersi una chiara responsabilità: quella di un "nucleare zero" entro il 2030.

Intanto il primo ministro ha nominato Shunichi Tanaka a capo della Nuclear regulation authority (Nra), l'ente che ha sostituito la Nisa (Nuclear and industrial safety agency), che ha dato prova della sua incapacità durante e dopo la catastrofe di Fukushima Daiichi; ha spiegato Tanaka:

L'Nra dovrà affrontare le conseguenze del disastro nucleare di Fukushima ed istituire un sistema di preparazione alle catastrofi. Per garantire la sicurezza dell'energia nucleare Inizierò con le lezioni apprese dal disastro nucleare.

La nuova autorità sul nucleare è stata creata ad uno scopo specifico:

Per riconquistare la fiducia dell'opinione pubblica per le operazioni dell'energia nucleare. La fiducia si è rotta con il disastro nucleare di Fukushima.

ha spiegato il primo ministro Nioda.

Via | Kyodo News
Foto | Nhk

  • shares
  • Mail