Il circo della morte, giraffa scappa e viene abbattuta ad Imola

Scritto da: -

Il circo rispetta il benessere animale, gli animali adorano esibirsi per grandi e piccini, sono accuditi, nutriti e coccolati mentre in natura chi lo sa che fine farebbero: terribili predatori, i bracconieri, niente pappa pronta ed assistenza veterinaria… e poi il circo ha una tradizione secolare, uno spazio in prima serata in tv, piace a principi e principesse, è un modo, come lo zoo, per far conoscere il meraviglioso regno animale ai bambini che altrimenti non vedrebbero mai dal vivo leoni, elefanti e tigri. Insomma come sarebbe un mondo senza circo?

Un mondo migliore. Un mondo in cui una povera giraffa non muore di crepacuore dopo essere stata strattonata, con un cappio al collo, stordita con pesanti sedativi, per le strade di Imola. Lo zoccolo di una giraffa spaventata ed in fuga può uccidere e gli agenti sono intervenuti per preservare la sicurezza pubblica. Ma quello che è successo ieri ad Imola resta uno spettacolo indegno. Se un Paese si giudica da come tratta i suoi animali, stiamo messi male.

La giraffa è scappata dal circo Rinaldo Orfei, che stava facendo tappa ad Imola, sul lungofiume di Santerno. Riporta GeaPress:

La giraffa era scappata stamani intorno alle 8.30. Un individuo maschio, giovane di età. Poco meno di una tonnellata di peso, che ha inevitabilmente seminato il panico tra i cittadini. Danni alle vetture, centrate da colpi di zoccolo. Dopo una lunga galoppata è rimasta bloccata, intorno alle 12.00, nel recinto dello stabilimento della Coop Cefla di via Selice nel tratto che porta al casello autostradale dell’A14. Un Agente della Polizia Provinciale avrebbe a questo punto sparato un paio di dardi anestetici. Quindi, le sarebbe stato messo attorno al collo un cappio, ed in tal maniera l’animale (visibilmente agitato) è stato poi trainato fino all’entrata del camion. La giraffa, che non ne voleva sapere di entrare, è così caduta. Attimi di tensione alla presenza di personale del circo, Polizia di Stato, Polizia Provinciale, Polizia Municipale e Carabinieri. Il colpo di uno zoccolo di una giraffa, in genere portata in pista dai circhi senza protezione, può causare la morte. Infine, per la giraffina di Imola, il trasporto al circo e l’annuncio della Polizia Provinciale. È morta, arresto cardiaco.

Non è certo la prima volta che gli animali scappano da circhi e zoo e vengono abbattuti o muoiono di spavento. Non è ora di piantarla con questo squallido baraccone? Forse sarebbe più educativo far vedere ai bambini queste immagini e far capire loro che il circo può sembrare anche divertente ma nella vita, sotto un tendone o meno, se non ci si diverte in due si chiama violenza e per chi la subisce non è affatto uno spasso.

Intanto il sindaco Daniele Manca ha già invitato il circo a levare le tende:

La vicenda della giraffa fuggita dal circo, purtroppo conclusasi drammaticamente, scuote le coscienze di tutti gli imolesi e di chiunque abbia a cuore la vita di questi animali, il cui habitat naturale non è certo Imola. Questo è un evento tragico, che richiede nuovi provvedimenti. Il circo è responsabile di quanto accaduto, deve andarsene, non può stare in questa città dopo questa dimostrazione di trascuratezza e superficialità. L’evento sollecita nuove riflessioni e interrogativi: è ancora utile uno spettacolo circense che prevede l’utilizzo di animali? Il Comune di Imola è pronto a costituirsi parte civile perché riteniamo eticamente inaccettabile che un animale possa morire così.

Vota l'articolo:
3.98 su 5.00 basato su 413 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Ecoblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.