Le discariche assassine

Le discariche abusive assassineChe tutti i tipi di inquinamento, tra cui anche lo smaltimento illegale di rifiuti, facciano male non solo all’ambiente ma anche alla salute dell’uomo c’era da immaginarselo. Uno studio del Consiglio Nazionale delle Ricerche oggi lo conferma. La ricerca è stata svolta in Campania e per la precisione in otto comuni famosi per le discariche abusive: Acerra, Bacoli, Caivano, Giugliano, Aversa, Castelvolturno, Marcianise e Villa Literno.

In queste zone gli scienziati del Cnr hanno rilevato un +12% di mortalità tra le donne e un +9% tra gli uomini rispetto a province dove l’esposizione allo smaltimento dei rifiuti è minore. Sono state inoltre registrati aumenti del rischio di malformazioni congenite dell’apparato uro-genitale e del sistema nervoso che supera l’80 per cento.

“Per quelle del sistema nervoso – sottolinea Fabrizio Bianchi, ricercatore della sezione di epidemiologia dell’Istituto di fisiologia clinica (Ifc) del Cnr - il rischio cresce mediamente dell’8% da una categoria a minor pressione ambientale alla successiva a pressione più elevata, l’eccesso nei comuni della categoria a più elevato rischio è risultato dell’84%. Per le malformazioni congenite dell’apparato urogenitale si registra un trend significativo del 14% al crescere dell’indicatore ambientale, osservando rischio elevato nei comuni del quinto dell’83%, rispetto al gruppo di riferimento”.

Via | Cnr

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: