Deforestazione in Congo, Greenpeace davanti Bankitalia

Il palazzo di Bankitalia in cambio di 2 pacchi di sale, 18 barre di sapone, 4 pacchetti di caffè, 24 bottiglie di birra e 2 sacchi di zucchero. E' il baratto proposto dagli attivisti di Greenpeace al Governatore di via Nazionale, Mario Draghi. Una "svendita" simile a quella che le multinazionali offrono ai popoli del Congo in cambio della distruzione delle loro foreste. Un modo originale per chiedere a Draghi un impegno all'incontro della Banca Mondiale (nei prossimi giorni a Washington) per tutelare gli alberi dello stato africano e promuovere un prolungamento della moratoria sul rilascio di nuove concessioni forestali.

Nei giorni scorsi Greenpeace aveva pubblicato un rapporto che dipingeva chiaramente la grave situazione in cui versano le foreste africane: 50 milioni di ettari in Africa Centrale già sotto il controllo delle multinazionali e tonnellate di CO2 rilasciate a seguito dell'espansione dell'industria del legno.

Via | Greenpeace

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: