Allarme rosso: e questo virus di chi è?

Si parla molto da un paio di giorni del virus, datato 1957, che dagli Stati Uniti è stato spedito in 17 paesi del mondo per test di controllo sulle procedure di analisi. Il virus, sembra non particolarmente pericoloso, era sotto esame per una riclassificazione: sembra sia scappato dai laboratori in Canada. Altre fonti dicono che nessuno è stato contagiato. Non esistono nella popolaizone anticorpi attivi per questa infezione, scomparsa da decine di anni.

Dopo che la notizia è apparsa ieri sul New Scientist, il Governo americano ha chiesto ufficialmente a 3700 laboratori nel mondo di distruggere i campioni spediti con i kit di controllo. Nel 1970 si è verificata un'epidemia in Russia per un incidente simile. L'anno scorso Ungodly Politics segnalava un articolo interessante a proposito di una ricerca pubblica su un virus del 1918, resuscitato per studiare e scongiurare epidemie letali.

Intanto Meridian Bioscence, responsabile della spedizione richiesta dal COllege of American Pathologists, ha smentito di esser stata a conoscenza dei fatti: la casa pensava si trattasse di un ceppo d'influenza normale. I dipendenti avevano trovato il campione nella libreria di germi, dove era datato 2000 e segnato come proveniente dal'esterno, dopo due passaggi di consegne tra altre aziende del settore.

  • shares
  • Mail