Addio al "green" del golf...?

British Open Royal LiverpoolLe condizioni climatiche cambiano e così anche il golf dovrà cambiare, dando forse l'addio al tipico colore verde dei prati sul quale viene praticato.

E' infatti del Presidente di Federgolf, Franco Chimenti, la richiesta di ridurre il consumo d'acqua. "Per il grande amore e il grande rispetto che il mondo del golf ha per la natura ritengo doveroso da parte mia evidenziare la situazione ... ed applicare gli accorgimenti più opportuni per ridurre il consumo idrico".

Verrà usata la gramigna in quanto è più resistente alle grandi temperature e necessita di meno acqua. Tagliata bassa, inoltre, fa un bel tappeto erboso. Un altro grosso vantaggio che offre questa specie di erba, è che può essere bagnata anche con acqua di scarsa qualità, lasciando quindi l'acqua potabile a usi di certo più importanti.

Come viene affrontato all'estero questo problema? Lasciando ingiallire i campi, senza che questo comporti problemi.

Nell'ultima edizione del British Open, sul blasonato percorso del Royal Liverpool, Tiger Woods compreso ha giocato su di un percorso che un qualunque dilettante italiano avrebbe definito, in tono spregevole, giallo come un campo di patate. Agli inglesi, invece, va bene così.

Via | LaStampa.it

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: