Allarme mucillagine, di già?

Allarme mucillagine, di già?Nel mar Adriatico e in particolare in Puglia è allarme mucillagine. E il ministro delle politiche agricole, Paolo De Castro, dà il via ad una unità di crisi. La mucillagine è costituita principalmente da zuccheri complessi e si mostra sotto forma di una sorta di schiuma bianca o di filamenti. Tra le cause: inquinamento e temperature anche se sono in atto ancora molto studi. L’anticipo con cui il fenomeno si è verificato ci fa proprio pensare alle alte temperature di questi ultimi periodi (superiori ai 2 gradi rispetto alla media stagionale), per non parlare delle giornate quasi estive appena trascorse. Silvio Greco, coordinatore scientifico dell’Icram (Istituto centrale per la ricerca scientifica e tecnologica applicata al mare) sottolinea infatti la presenza di “Un fenomeno non nuovo, ma che non ci aspettavamo certo all’inizio di aprile perché in genere compariva tra luglio e settembre, mai prima”.

La mucillagine ha poi messo in ginocchio i pescatori delle zone interessate. Vista la situazione, dopo un incontro con gli Assessori delle regioni adriatiche e ioniche e i rappresentanti delle federazioni nel settore della pesca, De Castro ha deciso l’attivazione di una Unità per la gestione dell’emergenza mucillagine. Il Ministro ha messo a lavoro anche il mondo scientifico richiedendo “in tempi molto rapidi un rapporto tecnico scientifico che integri il lavoro dell’Icram”. Attivati inoltre gli strumenti finanziari: il piano di De Castro prevede infatti la rivisitazione del Fondo di solidarietà e la verifica di una possibile utilizzazione del Fondo Europeo per la Pesca.

» Mipaaf
» Gazzetta del Mezzogiorno

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: