Con Atmosfera lo smog si rileva in anticipo

Atmosfera eneaPrevenire è meglio che curare. Questo il principio su cui si basa il sistema di rilevazione dello smog “Atmosfera” presentato ieri dall’Enea a Roma. La tecnologia consente infatti di sapere in anticipo di qualche giorno dove si concentreranno le sostanze inquinanti, quali monossido di carbonio, ossido di azoto, ozono, polveri sottili e biossido di zolfo.

Il progetto è stato presentato ieri ma è in sperimentazione da qualche anno. La prima volta è stata a Roma nel 1996, nel 2002 a Milano e nel 2005 a Napoli. Adesso l’obiettivo è diffondere il sistema in un altre città con scenari urbani differenti tra di loro ed avviare sinergie con partners internazionali.

Come funziona? "Atmosfera – spiega l’ente - utilizza un modello dinamico, che fornisce dettagliate indicazioni sul loro trend, impiegando le "reti neurali". Cuore di "Atmosfera" è dal 2004 il SODAR (SOund Detecting And Ranging), un tele-sensore che rileva, tramite onde acustiche, gli andamenti del vento (in orizzontale e in verticale) e della struttura termica alle quote significative per l'inquinamento urbano”.

Via | Atmosfera.enea.it

  • shares
  • +1
  • Mail