Torcia olimpica sull'Everest: polemiche

scappa la mascotte delle olimpiadi di Pechino

Sono già iniziate le polemiche per il passaggio in Tibet della fiaccola olimpica "Cloud of Promise". Il viaggio, che sarà il più lungo della storia delle Olimpiadi, toccherà anche la montagna più alta del mondo.

Le associazioni ambientaliste si stanno coalizzando, decise a puntare i riflettori sull'impatto ambientale del passaggio della torcia (con giornalisti, curiosi, staff e carrozzoni degli sponsor al seguito) in un ecosistema delicato.

Nel parco nazionale del Sagarmatha, nel versante nepalese dell'Everest, e' appena tornato il leopardo delle nevi, segno di un cambiamento di atteggiamento da parte di allevatori e bracconieri locali che lo avevano quasi sterminato.

I problemi maggiori, sono però di natura politica: nei giorni precedenti l'annuncio del percorso, al campo base dell'Everest 4 attivisti americani dell'organizzazione "Students for a Free Tibet" hanno manifestato il loro disappunto indossando una maglietta ed esponendo uno striscione con la scritta "One World, One Dream, Free Tibet 2008". Sono contrari al passaggio della torcia sul versante nord della montagna (salita dal versante nepalese e discesa da quello tibetano, hanno contestato fortemente le scelte del governo cinese.
Sono stati arrestati ed espulsi dal Paese.

La mascotte della foto, e' scappata di sua iniziativa.

» China confirms Olympic torch itinerary to include Everest – while American activists are expelled on Explorerweb
» Torcia sull'Everest: sale la protesta su MontagnaTV

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO