Curare il raffreddore con l'echinacea efficace rimedio naturale

Iniziano a abbassarsi le temperature e iniziano i primi malanni di stagione come raffreddore, tosse e influenza. Ma è possibile prevenire i malanni di stagione con alcune cure preventive che si rivelano efficaci anche nel pieno della malattia.

Una soluzione è rappresentata dall'echinacea e con le tre specie Echinacea purpurea, E. angustifolia, E. pallida più utilizzate sotto forma di tintura madre, compresse o estratto a secco. Spiega il naturopata Luca Avoledo:

Le sue proprietà immunostimolanti e antivirali aiutano a rinforzare le difese dell'organismo e a diminuire severità e durata dei sintomi del raffreddore. l'echinacea può infatti essere di aiuto non solo in prevenzione (dove anzi esistono fitoterapici più validi), ma soprattutto in fase acuta, ovvero a raffreddore già contratto e in corso.


In commercio l'echinacea si trova sotto forma di tintura madre, capsule o estratto secco. Nel caso della tintura madre se ne assumono tra le 30-50 gocce per tre volte al giorno mentre se sotto forma di capsula da 200-400 mg va assunta tre volte al giorno. Non ci sono particolari controindicazioni se non verso chi è allergico alle Asteracee e a chi soffre di malattie autoimmuni poiché viene stimolato proprio il sistema immunitario.

Dunque con la posologia indicata si accelera il processo di guarigione per mal di gola, raffreddore, naso chiuso e gocciolante.

Via | Luca Avoledo, OMS- scheda echinacea
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: