Stop alla pesca: il fermo biologico

reti da pesca. foto Jammac_ukIl rinnovamento degli stock ittici (la riproduzione dei pesci) è un momento importante per la pesca e per le risorse legate ad essa, per questo la commissione consultiva centrale, presieduta dal ministro De Castro, ha approvato il 19 luglio scorso il calendario del fermo temporaneo biologico per la pesca.

Dal 30 luglio per 26 giorni consecutivi è vietata la pesca da Trieste ad Ortona; i 26 giorni consecutivi con inizio dal 6 agosto da Termoli a Bari e dal 9 settembre per 12 giorni da Brindisi a Imperia.

Ci sono momenti dell'anno in cui le specie ittiche di interesse commerciale si riproducono, ma purtroppo i tempi e i modi di riproduzione non coincidono tra le varie specie, per cui non è dimostrato in modo scientifico che il fermo biologico fatto in questo modo possa favorire il rinnovamento della popolazione delle specie di consumo.

Molti, infatti, sostengono che il fermo biologico abbia senso solo se effettuato con criterio e su basi scientifiche certe, altrimenti fermare la pesca proprio nel momento di massima richiesta produce soltanto un effetto di 'calma prima della tempesta' a cui segue necessariamente un momento di sovra sfruttamento delle risorse, con conseguenze ecologiche disastrose nelle zone interessate dalla pesca.

Uno dei modi possibili per poter far fruttare in maniera più efficiente il fermo biologico sarebbe, ad esempio, attuare un piano di fermo zonale a intervalli regolari, in concomitanza con i periodi riproduttivi per ogni specie durante tutto l'anno, dando modo allo stock ittico di rinnovarsi.
Altri modi indiretti, come l'aumento delle dimensioni delle trame delle reti da pesca (che permettono ai pesci piccoli di sfuggire e di riprodursi almeno una volta prima di venir pescati), o l'utilizzo di tecniche legali (che non dovrebbe essere una opzione, ma la "norma"), possono contribuire, assieme al fermo biologico mirato, a salvaguardare le popolazioni ittiche.
Già bloccare lo sfruttamento con le reti a strascico sarebbe forse più efficace che annullare l'attività legale e mirata della pesca.

[Francesca Pratali e Lumachina]

» Attività ittiche dalla Regione Marche
» Fermo Biologico su Newsfood

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: