Una delegazione #Salvaciclisti viene ricevuta al Quirinale

La foto in alto è stata twittata da Simone Dini e rende perfettamente l'idea dell'ingombrante rapporto in atto tra ciclisti, pedoni e automobilisti. La manifestazione nazionale #Salvaciclisti si è tenuta ieri ha voluto porre l'accento sulla sicurezza stradale e chiedere prevenzione (potete seguire le iniziative con l'hastag #bastamortinstrada su twitter) appunto dopo che nell'ultima settimana si sono registrate 5 morti tra cui il tragico incidente di due pedoni a Avenza, provincia di Carrara, nonno e nipotino di 5 anni in cui il piccolo ha perso la vita.

La manifestazione si è tenuta in oltre 30 città italiane e a sorpresa una delegazione dei ciclisti romani è stata ricevuta al Quirinale. E' stata consegnata una lettera al presidente Napolitano in cui si chiede di intervenire. Rota Fixa scrive dell'esperienza su Paese Sera:

Non s’era mai visto un movimento spontaneo, senza organi, strutture e ufficialità essere ricevuto dalla massima istituzione di questo dannato paese all’improvviso e senza particolari formalità (io per esempio ci sono entrato con addosso la maglietta degli All Blacks, messa per significare la mia opposizione all’Italia di oggi, pestifera e mortalmente inerte).

Da @salvaiciclisti il seguente messaggio sulle motivazioni che hanno portato i ciclisti a chiedere l'intervento di Napolitano:

L’assassinio di A.T. domenica scorsa ha scosso la coscienza di molte persone, i giornali hanno dedicato ampio spazio alla vicenda della sua morte e hanno sollevato molti interrogativi che però rischiano di rimanere senza risposta. La classe politica che ci amministra e che si candida a governarci per i prossimi anni, invece, continua a fare finta di niente rifiutandosi non solo di ammettere le proprie responsabilità per le condizioni di totale insicurezza in cui vertono le nostre strade, ma anche di prendere in considerazione l’ipotesi di un benché minimo cambiamento futuro. Il loro silenzio è immorale e complice e non può più essere tollerato ulteriormente.

  • shares
  • +1
  • Mail