La lenticchia di Mormanno nei menu di Calabria per sostenere i terremotati del Pollino

La solidarietà che non arriva ai terremotati di Mormanno dal Governo nazionale, dai media generalisti e dai big della musica, si percepisce invece forte e chiara in Calabria. Sabato 24 novembre decine di ristoranti calabresi introdurranno nei loro menu la lenticchia di Mormanno per sostenere gli agricoltori colpiti dal sisma del 26 ottobre scorso.

L'iniziativa promossa da Slow Food Calabria in collaborazione con Assapori mira ad affrontare la seconda parte del sisma, quella che scuote le economie virtuose locali, fatte di prodotti genuini, aziende agricole a gestione familiare, trattorie e negozi di prodotti tipici. Come sottolinea Slow Food:

A Mormanno (CS), e negli altri centri del Pollino, la terra non ha ancora smesso di tremare e già è cominciato il secondo tempo di questo tragico evento. La quotidianità dei suoi abitanti è fatta di paura e di solitudine, di sacrifici e preoccupazione, di una economia che rinsecchisce e di un paese che rischia di spopolarsi. Coloro che gestiscono una qualche attività commerciale subiscono danni giornalieri, le disdette e le rinunce si accumulano, mentre chi vuole o deve restare osserva gli altri andare via e con loro vede evaporare la speranza che tutto ritorni rapidamente com’'era prima.

Slow Food spiega che sono già una cinquantina i ristoranti calabresi che hanno aderito all'iniziativa per dimostrare ai terremotati la loro vicinanza promuovendo un prodotto d'eccellenza della tradizione rurale del Pollino. I calabresi si sono mobilitati:


senza aspettare l’'intervento di nessun soggetto pubblico, sia esso di livello nazionale o di livello regionale.

Due piatti della tradizione enogastronomica calabrese da realizzare con la lenticchia di Mormanno sono la zuppa con peperoncino ed il passato di lenticchie. Per conoscere i produttori ed acquistare le lenticchie di Mormanno vi rimandiamo alla scheda del presidio di Slow food.

Via - Foto | Slow Food

  • shares
  • +1
  • Mail