Riciclo creativo, la borsa tastiera per ecogeek

Questa borsa riciclata spacca... e non soltanto perché toglie di mezzo i pulsanti delle vecchie tastiere del computer, regalando una nuova vita, ancor più duratura della precedente, a un rifiuto tecnologico tra i più comuni. La particolarità di questa creazione del designer portoghese Joao Sabino è che se lo desideriamo possiamo anche chiedere all'ecoartista di personalizzare i messaggi che appaiono sulla borsa.

Nata come oggetto fashion, la key bag di Sabino, che ricorda molto da vicino quest'altra creazione, è diventata in poco tempo un oggetto d'arte ed un ecogioiello, come spiegano dal Museo del Riciclo che la annovera nel suo catalogo:

Con Keybag, un nome che racchiude il concept del progetto, Joao Sabino ha ideato un accessorio prezioso: una borsa realizzata con 393 pulsanti provenienti da tastiere di computer applicati ad un "contenitore" realizzato con plastica e fibre di nylon. La borsa è stata interamente realizzata a mano e ogni pezzo è unico perché su ogni borsa i tasti sono stati disposti in modo diverso. La borsa può così essere facilmente personalizzabile con messaggi che possono essere richiesti su ordinazione. Keybag si propone come un accessorio femminile e glamour, ma anche un elogio al riciclo creativo del cosiddetto "rifiuto elettronico". Più grande di una pochette, meno della maxi-bag, Keybag è una borsa innovativa.

Il costo della borsa va dai 130 euro dei modelli bianchi e neri ai 145 dei modelli rosa e rosso. Ci sono poi varianti natalizie come quella che vedete qui in basso, può essere un'idea regalo o visto il costo, non proprio da pensierino di Natale, un regalo da fare a se stessi.

Più economico (forse un po' meno chic però) ma simile nell'intento di dare nuova vita ai pulsanti delle vecchie tastiere è questo modello di Perpetual Kid in vendita a 40 dollari.

Foto | Keybag su Facebook

  • shares
  • +1
  • Mail