Regali di Natale per ciclisti, la BiciAgenda per 365 giorni sulle due ruote

Se siete alla ricerca di idee regalo di Natale per amici e familiari ciclisti la BiciAgenda 2013 di Terra Nuova Edizioni in vendita a 9 euro ve ne regala 365... 365 è il numero dei giorni dell'anno e delle buone ragioni per spostarsi in bicicletta.

Ragioni sempre più convincenti dal momento che aumentano le conversioni alle due ruote, complici la crisi economica ed il rincaro dei prezzi di assicurazioni e carburanti. Ma andare in bici fa anche bene alla salute tanto che questo mezzo di trasporto viene addirittura prescritto dal medico come rimedio per perdere peso, smaltire lo stress e contenere la fame nervosa.

La BiciAgenda 2013 a cura di Alfredo Bellini è in formato tascabile e vi regala 164 pagine di riflessioni e consigli per una mobilità davvero sostenibile e tante righe da riempire di impegni da raggiungere in bici. Se è vero che le conversioni alle due ruote aumentano è anche vero che c'è bisogno di convincere ancora tanti automobilisti a prendere la bici ogni volta che è possibile:

Secondo il World Watch Institute, la bicicletta è il mezzo di trasporto energeticamente più efficiente: richiede una quantità di energia 3 volte minore rispetto al camminare, 25 volte inferiore rispetto al treno e ben 53 volte rispetto all’auto. Nonostante gli elevati costi energetici, ambientali e sanitari del trasporto privato, in Italia si continua a registrare il triste record europeo di ore passate al volante e gran parte degli spostamenti urbani, soprattutto nelle grandi città, sono ancora affidati all’auto.

La speranza degli autori è che anche il Governo faccia la sua parte, promuovendo la mobilità sostenibile e proseguendo gli sforzi delle amministrazioni locali su scala nazionale.

La BiciAgenda 2013 è dedicata a tutti coloro che come attivisti di associazioni ciclabili, semplici cittadini, genitori e amministratori pubblici consapevoli preferiscono per i loro spostamenti le due ruote riscoprendo, giorno dopo giorno, la bellezza e l’utilità dell’andare in bicicletta.

In apertura un'indimenticabile citazione di Gianni Rodari:

Io vorrei che nella Luna ci si andasse in bicicletta per vedere se anche lassù chi va piano non va in fretta.

  • shares
  • +1
  • Mail