Politici fossili? Io non vi voto, la campagna di Greenpeace per una classe dirigente rinnovabile

Ha già raggiunto 18.403 firme la petizione promossa da Greenpeace per chiedere ai candidati alle primarie ed in generale all'intera classe dirigente italiana di non trasformare l'Italia in un Texas petrolifero e di smetterla di essere politici fossili.

L'associazione ambientalista ha interpellato i leader dei principali movimenti politici sui temi del cambiamento climatico e dell'energia rinnovabile per far conoscere agli elettori le politiche climatiche che intendono portare o non portare avanti in caso di elezione. Al questionario hanno risposto ancora in pochi: Nichi Vendola, Antonio Di Pietro, Laura Puppato e Giampiero Samorì. Qui le domande e le riposte.

Nell'ambito della campagna Io non vi voto, Greenpeace ha affisso dei manifesti a Roma che ritraggono i principali leader politici invitando i cittadini a non votarli qualora si dichiarino amici del carbone e del petrolio. Come ha sottolineato Giuseppe Onufrio, direttore di Greenpeace Italia:

Con questa campagna provocatoria diamo la possibilità agli elettori di porre delle condizioni precise alla politica: se volete avere il nostro voto dovete prendere posizioni chiare e impegnative contro carbone e petrolio e a favore delle energie pulite e dell'efficienza.

Impensabile che questi temi non entrino nel dibattito pre-elettorale. Non dopo la morte, la devastazione e i danni economici causati dai fenomeni meteorologici sempre più estremi:

Il clima non sta cambiando, spiega Onufrio. Il clima è già cambiato. La scia di devastazione lasciata dall’uragano Sandy negli Stati Uniti, come i disastri e le morti della Maremma finita sott’acqua poche settimane fa, sono solo gli ultimi episodi di un fenomeno già in atto. Le nostre emissioni di gas serra ci stanno precipitando nel caos climatico. Per questo dobbiamo promuovere presto una vera Rivoluzione Energetica basata su efficienza e rinnovabili e per questo c’è bisogno che il nostro Paese faccia la sua parte.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: