Gli alberi di Prodi

150 milioni per piantare alberi in città. foto NoahANella finanziaria 2008 ci sono 150 milioni da destinare al verde urbano. Piantare alberi per assorbire CO2, per abbellire e per raffrescare le città.

16 mila tonnellate di anidride carbonica assorbite e immobilizzate, tante quante quelle emesse in un anno da 10.000 auto (gli alberi ci metteranno qualche anno in più). Prodi ha annunciato che "metteremo a dimora un milione di nuove piante. Sarà un augurio per le nuove generazioni". Ci vorranno tre anni per usare tutto il finanziamento.

Mi sembra di aver già sentito il ritornello "un albero per ogni nato, in ogni comune", ma che l'indicazione sia spesso disattesa per mancanza di spazi, attenzione e volontà.

La Regione Campania offre un contributo (circa 6 anni dopo la nascita del bambino) per le piantumazioni, ma solo un terzo dei comuni usa questi soldi per piantare alberi.
Il comune di Rimini ha messo a dimora gli alberi lungo una pista ciclabile, e ha aggiunto la richiesta alla provincia di proibirvi la caccia, come prescrive la legge per le zone che ospitano gli alberi dei neonati.
A Vigodarzere (provincia di Padova) l’assessore all’ambiente Moreno Boschello spiega che "Coinvolgere i bambini nella piantumazione di piccole arborescenze nel proprio giardino ha l’obiettivo di stimolare un forte attaccamento nei confronti di un bene collettivo da salvaguardare".
A Messina i genitori possono scegliere il tipo di albero tra quelli messi a disposizione dall'Azienda Foreste Demaniali, poi l'albero viene dotato di una targhetta di riconoscimento, per poterlo andare a trovare.

» Legge 29 gennaio 1992 n°113: "Obbligo per il Comune di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato, a seguito della registrazione anagrafica"

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: