Catamarano ecologico

WAM-V il catamarano libellula per le aree marine protette

Si chiama Proteus, ma e' soprannominato "libellula". E' un catamarano modulare disegnato appositamente per avere un bassissimo impatto ambientale e operare, ad esempio, nelle riserve marine.

Il catamarano e' molto leggero e ha un basso che pescaggio, qualità che riducono al minimo il disturbo all'ambiente sottomarino (acustico e spostamento di masse d'acqua). In pratica si appoggia sulla superficie del mare, adattandosi ad essa, senza "costringere" le onde e il mare a spostarsi. Una serie di ammortizzatori ne rendono piacevole l'uso. Essendo molto leggero, gli sono sufficienti piccole ancore, che riducono i danni ai fondali.

Il catamarano può ospitare a bordo 12 persone, strumentazione per ricerche oceanografiche, due o quattro cuccette e un laboratorio di analisi.
I due motori da 355 cavalli, alimentati a biodiesel, sono alloggiati nei due scafi e permettono di raggiungere la velocità di 30 nodi. Rispetto ad un vascello di simili capacità, il consumo di carburante e' ridottissimo.

Proteus e' il primo modello della serie WAM-V™ (Wave Adaptive Modular Vessel). Il progetto e' stato disegnato da un italiano, Ugo Conti, e la costruzione e' stata affidata alla statunitense Marine Advanced Research

Via | Mare in Italy

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: