Il Club dei Comuni virtuosi della Campania

Raccolta differenziata In occasione della campagna di Legambiente “Puliamo il mondoEcoblog ha dedicato l’ultima settimana di settembre ad alcune realtà di riciclo virtuoso dei rifiuti. Alcune di queste avevano la loro patria in Campania, la regione tanto nota per l’emergenza rifiuti ma che continua a far parlare di sé anche in positivo. Sette comuni (Baronissi, Bellizzi, Castel San Giorgio, Mercato San Severino, Nocera Superiore - SA, Atripalda AV e Sorrento NA) hanno deciso di unire le loro forze e costituire il Club dei Comuni virtuosi della Campania.

L’iniziativa, promossa dal Comieco (Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) ha l’obiettivo di “mettere insieme le diverse esperienze e creare un modello adattabile alle diverse realtà locali rappresenta il nostro scopo che crediamo possa essere conseguito in tempi relativamente brevi”, ha detto Orazio Ingenito, Consigliere Comieco e membro del Gruppo di Lavoro Sud.

I dati sulla raccolta differenziata in Campania migliorano. Carlo Montalbetti, direttore generale del Comieco parla di un “un tasso di crescita pari al 25% nei primi 6 mesi del 2007”, ma ammette che “il lavoro da fare è ancora molto perché la differenziata di carta e cartone da una parte aiuta a rispondere all’emergenza rifiuti e dall’altra dà una spinta all’industria cartaria che, solo in Campania, utilizza già 170.000 tonnellate di macero.”

Insieme al lancio dell’iniziativa è stato presentato il Manifesto del Club: 10 consigli per tutti quei comuni intenzionati a sviluppare un sistema di raccolta differenziata efficiente. Dall’adozione del sistema tariffa e di premialità alla raccolta porta a porta, dall’avvio di campagne di sensibilizzazione ai cittadini all’incremento dell’utilizzo di materiali riciclati.

Via | Comieco

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: