EcoCinema - The digital Dump, deregulation scellerata nel commercio di rifiuti elettronici

The Digital Dump svela i retroscena di quello che si pensa essere una escalation di commercio di rifiuti elettronici tossici, obsoleti raccolti in Nord America e Europa e spediti nei paesi in via di sviluppo da piazzisti dell'immondizia e sedicenti riciclatori

di jim Puckett USA 2005 23'
"Un PC obsoleto per noi occidentali può essere un tesoro per gli abitanti di paesi del terzo mondo". Quante volte avete sentito questa frase?
Bene con lo stimolo di questo sillogismo liberista si è attivato e sviluppato un vero e proprio business: qui in occidente e anche giù in Africa. Come a Lagos, città Africana relativamente ricca e dinamica. Qui ogni giorno si svolge uno dei più grandi mercati di elettronica "di seconda mano" del mondo.

Gli africani vengono e comprano a prezzi accessibili materiali rimaneggiati da tecnici locali e ancora funzionanti: computer, schermi, hifi chi più ne ha più ne metta. Tutto bello nevvero? Noi ci sbarazziamo delle cose scomode dandole a qualcuno a cui possono servire.
Peccato che la maggior parte delle migliaia di tonnellate di computer e materiale elettronico che arrivano continuamente sul territorio africano sia praticamente inutilizzabile e non re-inseribile in un mercato.

E tutto questo esubero di cose rotte che noi gli spediamo dove va a finire? Noi occidentali non siamo capaci di gestire questo genere di scarti, figuriamoci in Africa. Infatti i prodotti che non funzionano (in barba ad ogni paradigma di logica ecologica e sanitaria) vengono o bruciati o ammassati vicino a luoghi densamente abitati: un delirio.

E noi occidentali? "occhio non vede cuore non duole" mai detto fu più azzeccato: ufficialmente ci viene infatti sempre venduta la storia del "inviamo cose obsolete per noi che verranno riutilizzate nei paesi del terzo mondo"

Un vero schifo.
Questo agghiacciante documentario (prodotto nel 2006 dal BAN) è un resoconto che lascia basiti circa le aberranti regole di disimpegno e deresponsabilizzazione che il sistema economico occidentale attua nei suoi meccanismi produttivi. Un atteggiamento incosciente e irresponsabile che col passar del tempo sta compromettendo la già difficile vita di milioni di persone che abitano i paesi del terzo mondo.

Vergogna!

Purtroppo il documentario non è visionabile per intero su internet, su youtube pero' si trova il trailer (che trovate embedded in questo post).

Buona EcoVisione

» Maggiori info sul documentario le trovate in questo allegato

» Gli altri film della rubrica EcoCinema

  • shares
  • Mail