"L'Ambiente Si Nota", la kermesse musicale con strumenti riciclati

Il prossimo 9 dicembre a Roma si terrà "L'Ambiente Si Nota" un vero e proprio Festival musicale realizzato con strumenti costruiti con materiali a fine vita: il ricavato (i biglietti costano 15 euro ciascuno) sarà devoluto in beneficenza alla Comunità di Sant'Egidio e ai Sonidos de la Tierra, un'organizzazione paraguayana che dal 2002 si occupa di istruire musicalmente bambini e ragazzi provenienti dalle zone più emarginate del Paraguay.

La particolarità di quest'evento è tutta negli strumenti che verranno utilizzati per suonare: chitarre realizzate con manici di scope non più utili, batterie composte da bidoni di latta di diversa grandezza e persino elettrodomestici sono solo alcuni dei particolari strumenti del Festival.

La manifestazione si svolgerà presso l'Auditorium Parco della Musica di Roma (Sala Teatro Studio - Viale Pietro de Coubertin, 30 ore 21) ed è promossa da Pentapolis, un'associazione no profit che, dal 2006, diffonde la responsabilità sociale e lo sviluppo sostenibile.

Ribattezzato "Ecoconcerto di Natale" l'evento vedrà susseguirsi le maggiori band italiane che hanno reinventato, in un'ottica ecologista di riuso e riciclo, i tradizionali strumenti musicali e ne hanno creati di nuovi, attraverso l'utilizzo di materiali di recupero: Capone & Bungt Bangt, Riciclato Circo Musicale, Manzella Quartet e Miatralvia.

Ha dichiarato il presidente Massimiliano Pontillo che

Il progetto L'Ambiente Si Nota nasce per diffondere, attraverso la musica, la cultura della sostenibilità tra i giovani e per sottolineare il ruolo della stessa come motore di cambiamento socio-culturale

Legato al Festival il minicontest "Lo Strumento Si Nota" che che invita gli utenti a realizzare un proprio strumento riciclato e a caricare successivamente su Facebook una foto o un video che lo ritrae: in collaborazione con i gruppi coinvolti sarà premiata l'idea più originale e creativa con dei biglietti per il Festival e la possibilità di presentare a tutti lo strumento proposto in chiave ecologica.

Questo Festival, che unisce gli ingredienti di ecologia, musica e solidarietà, abilmente mescolati sui pentagrammi di note, sui volti sorridenti dei protagonisti e nella loro creatività, verrà realizzato in colaborazione con Acea, Tetrapack, BCC Roma ed ha ricevuto il patrocinio della Commissione Europea - Rappresentanza in Italia, l'IILA - Istituto Italo-Latino Americano, l'Ambasciata del Paraguay, l'ISPRA, la Provincia di Roma, la SIAE, Assoartisti e Assomusica oltre che di alcune delle più importanti associazioni no-profit come Cittadinanzattiva, CTS, FareVerde, Fondazione Sviluppo Sostenibile, Kyoto Club, WWF, Asal, ManiTese.

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail