Inquinamento pubblicitario, São Paulo lo vieta

Via la pubblicità da San Paolo in Brasile. foto deathieDallo scorso primo gennaio i cartelloni pubblicitari stanno sparendo da São Paulo in Brasile, quarta città al mondo per grandezza, decisa a combattere l'inquinamento anche nelle sue manifestazioni visive.

La "Lei da Cidade Limpa" e' un provvedimento amministrativo contro i manifesti, gli schermi a messaggi mobili, le scritte luminose, i cartelloni a lato strada e sono state prese di mira anche le pubblicità dalle fiancate dei mezzi pubblici e dalle biciclette. Il 70 % degli abitanti si e' detto favorevole, mentre l'unione delle società di pubblicità ha deciso di dare battaglia legale contro il provvedimento, che riduce drasticamente i loro affari.

La pubblicità stradale e' studiata per attirare l'attenzione dei passanti con forme, colori e strategie comunicative che, messe tutte insieme, fanno "rumore" e danno fastidio. Sono una forma di inquinamento perché alterano lo stato "naturale" della città, e l'urbanista Regina Monteiro e' convinta che la gente vivrà meglio, senza questo bombardamento continuo.

La città ha avuto 3 mesi per disintossicarsi e dal primo di aprile sono cominciate ad arrivare le multe.

» São Paulo pode se tornar uma Cidade Limpa Prefeitura São Paulo
» Mídia exterior: Limpeza da discórdia Folha

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: