Gli oceani assorbono meno CO2 del previsto

oceano in tempestaUna delle notizie che circola in questi giorni è che la capacità del Nord Atlantico di assorbire CO2 è diminuita del 50%. E questo potrà solo accelerare il riscaldamento globale. Il risultato della ricerca, durata 10 anni ed effettuata dall'Università di East Anglia, in Inghilterra, verrà pubblicato il mese prossimo dal Journal of Geophysical Research

"E' sorprendente questo cambiamento. Ci si aspettava una variazione molto più lenta, data la grande massa degli oceani" ha dichiarato il dottor Ute Schuster, che si è occupato del progetto fin dal 2000.

Gli oceani sono i più importanti raccoglitori di emissioni di CO2, assieme alla biosfera terrestre. Raccolgono una quantità pari al 50% di tutte le emissioni. Se questa tendenza si conferma nel tempo, gli scienziati asseriscono che i livelli di CO2 atmosferica crescerebbero molto più velocemente del previsto, accelerando così il riscaldamento globale. Questo andamento potrebbe portare gli oceani a saturazione e, di conseguenza, a riflettere la CO2 in eccesso nell'atmosfera.


I dati analizzati sono stati raccolti da strumenti posizionati in navi mercantali che hanno navigato in questi anni tra la Gran Bretagna e le Indie. Una delle navi ha raccolto più di 90 mila misurazioni. "La velocità e la dimensione di questo cambiamento ci dice che non possiamo contare sugli oceani come raccoglitori di CO2 - commenta il direttore dello studio Andrew Watson - anche se potrebbe essere solo un'oscillazione naturale. In ogni caso abbiamo capito che questi cambiamenti risultano essere molto più veloci del previsto".

Via|Reuters

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: