Balena spiaggiata a New York: eutanasia?

Ha commosso la Grande Mela, l'America ed il mondo intero il cetaceo arenatosi nei giorni scorsi nel Queens, a New York: il povero esemplare di balenottera maschio era stato ritrovata la mattina del 27 dicembre scorso dagli abitanti del Queens: lunga ben diciotto metri, la balena ha attirato la curiosità di centinaia di abitanti e dei media di tutto il mondo, che hanno assistito alle operazioni di soccorso delle ultime ore.

Purtroppo nonostante i numerosi tentativi di soccorso, l'enorme cetaceo non ce l'ha fatta ed è morto sotto lo sguardo dei curiosi e dei vigili del fuoco che in ogni modo hanno tentato di salvarle la vita.

Le speranze, nonostante gli sforzi fatti, erano ben poche e fin da subito erano state chiare le condizioni critiche in cui si trovava la balenottera: gli esperti accorsi al salvataggio avevano immediatamente messo in chiaro che le gravi condizioni fisiche e lo stato di profonda sofferenza del cetaceo non avrebbero reso il loro compito semplice e, purtroppo, così è stato.

Mendy Garron, specialista regionale del NOAA, l’agenzia federale per la pesca e la sorveglianza delle coste, aveva subito dichiarato

è davvero molto emaciato, e non è in condizioni di potersi riprendere: non si muove molto

spiegando anche che le maree hanno impedito una tempestività nei soccorsi e renderanno complicate le operazioni di rimozione del cetaceo, che verrà analizzato per comprenderne le cause del decesso.

Secondo gli esperti del NOAA l'ipotesi più plausibile è che l'animale stesso abbia optato per una "dolce morte", un eutanasia per evitarsi ulteriori sofferenze aggravate dall'impossibilità fisica di riprendere il mare, dalle precarie condizioni di salute e dalla solitudine: relativamente alle cause dello spiaggiamento sulle rive del Queens, ha così spiegato Garron:

è probabilmente dovuto a cause naturali, vecchiaia o malattia; a volte tuttavia le cause sono umane, come ad esempio a seguito di un urto contro una nave o con le reti da pesca.

Via | CNN
Foto | TmNews

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: