Golfo del Messico: tempesta distrugge piattaforma petrolifera

Una piattaforma petrolifera situata nel Golfo del Messico e di proprietà della compagnia statale messicana Pemex è stata flagellata da una tempesta. C'erano venti a 130 km/h e onde alte 8 metri. I 61 superstiti sono stati tratti in salvo dalla Marina USA, ma ci sono una ventina di morti accertati e 7 dispersi.

Purtroppo si tratta anche di un disastro ambientale, perché dalle condutture spezzate della piattaforma si è riversato in mare il petrolio. Si è disperso nell'aria anche il gas e i lavoratori della piattaforma hanno rischiato di morire intossicati. Alla fine, hanno deciso di buttarsi a mare nonostante le onde enormi.

La Pemex ha detto che ci vorranno diversi giorni per tappare le perdite, mentre il cattivo tempo ha costretto alla chiusura dei porti da cui parte il petrolio verso gli Stati Uniti.

Via | BBC

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: