Caccia ai palloni galleggianti in Liguria

palloni biodegradabili per studiare la dispersione dei rifiuti da parte delle correnti marine. foto Sister72''Rilasceremo dei traccianti biodegradabili a forma di palloni colorati che consentiranno una sorta di 'caccia al tesoro' per i rifiuti lungo la riviera ligure''. Maurizio Costa, presidente dell'Osservatorio Ligure Pesca e Ambiente, aveva annunciato l'operazione al Salone nautico di Genova.

L'Osservatorio si e' ispirato al famoso caso delle 30.000 paperelle che hanno viaggiato per anni nell'Oceano Pacifico, ma l'uso di palloni biodegradabili minimizza l'impatto ambientale di questa ricerca sulle correnti marine.

150 palloni verranno rilasciati in queste settimane nei fiumi Impero, Prino e Armea, Petronio, Entella e Rupinaro e in diverse punte e porti. I diportisti sono invitati a segnalare la località di ritrovamento dei palloni e questo dovrebbe aiutare a capire come si muovono le correnti marine e, quindi, come vengono distribuiti i rifiuti portati dai fiumi quando questi sboccano in mare.

In premio potrebbe esserci un soggiorno in riviera, stando a quanto annunciato dall'assessore regionale Franco Zunino, ma non ancora concretizzato in un accordo con specifiche strutture. Lanciamo "la palla" ai colleghi di Yacht&Sail, in attesa di notizie sui ritrovamenti.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: