Coralli in amore al chiar di luna

riproduzione dei coralli influenzata dalla luna piena. Foto DanaFI "fiori animali" (Antozoi) sono organismi scheletrici calcarei che accumulandosi formano le barriere coralline.
Gli studiosi conoscono la loro struttura, sanno come sono organizzate le loro cavità, se si riproducono sessualmente o assesualmente e ora hanno finalmente capito come fanno alcuni organismi della specie Acropora millepora della grande barriera corallina australiana a sincronizzarsi per riprodursi tutti nello stesso momento, una sola volta all'anno.

La colpa è della luna o meglio della sua illuminazione.
Se vi state chiedendo "ma i coralli non hanno occhi o altri organi simili per "vedere" la luce" non avete torto perché non ce l'hanno; ...ma hanno di meglio, due geni.

I ricercatori dell'università del Queensland hanno scoperto degli antichi fotorecettori chiamati criptocromi sensibili alle lunghezze d'onda della luce blu e proprio nell'Acropora millepora hanno trovato due geni, cry1 e cry2, di cui cry2 ha una determinazione di carattere correlata all'illuminazione notturna cioè quella data dalla luna.

Ecco spiegato il motivo per cui in una notte di luna piena si assiste alla riproduzione dei coralli.
E' stupefacente vedere come ogni volta che si mette "un occhio" in mare si scopra sempre qualcosa di nuovo!

[Francesca Pratali]

» I coralli e la luna piena su le Scienze
» Key found to moonlight romance on UQnews
» Light-Responsive Cryptochromes from a Simple Multicellular Animal, the Coral Acropora millepora on Science

  • shares
  • Mail