Brown roofs: il punto di incontro tra tetti verdi e birdgardening

Tetti per il codirosso spazzacamino. Foto di thingermejig Concludiamo oggi la nostra trilogia sui tetti verdi inglesi trattando questa volta un impianto costruito con finalità ecologiche, in particolare per la proliferazione del codirosso spazzacamino.

Detta specie è rara nel Regno Unito e viene tutelata dall'UK Biodiversity Action Plan (BAP), da qui l'interesse per la sua protezione e non a caso questi particolari tipi di impianti, denomintati "brown roofs", sono stati identificati come potenziale soluzione per il ripopolamento del codirosso spazzacamino.

Proprio come insegnano i principi del birdgardening dobbiamo riprodurre le condizioni maggiormente favorevoli alla vita e riproduzione del Phoenicurus ochruros.

Ricopriamo quindi il tetto con dei calcinacci e lasciamo ricolonizzare spontaneamente dalle specie locali, eventualmente utilizziamo un mix di specie locali se vogliamo avere una copertura in breve tempo.

La manutenzione è nulla e tra tutti gli impianti che abbiamo avuto modo di vedere direi che è il più economico: senza impianto di irrigazione come il tetto inverdito dai Sedum, ma senza utilizzare materiali, quali l'argilla espansa, che su grandi superfici potrebbero raggiungere costi ragguardevoli.

Non è un tetto esteticamente gradevole, ma è certamente migliore di molte brutture che siamo ormai abituati a vedere ogni giorno.

Via | Urban Habitats

  • shares
  • Mail