Il parlamento europeo propone un rinvio sulle emissioni auto

my favorite car. Foto: mssnareIl Parlamento Europeo ha proposto alla Commissione (il governo europeo) un rinvio al 2015 per fissare i limiti di emissioni delle auto prodotte nei paesi dell’Unione. Solo da allora, tenendo conto del tempo necessario allo sviluppo dei nuovi veicoli e dimostrando una particolare “sensibilità” alla salvaguardia degli interessi dell’industria, dei limiti vincolanti potranno entrare in vigore. A dicembre infatti la Commissione aveva proposto una legge per ridurre a 120 g/km le emissioni entro il 2012, mentre ora si propongono 125 g/km nel 2015.

La risoluzione suggerisce anche di considerare delle eccezioni nel caso in cui i limiti non venissero rispettati a causa di aumenti di peso delle auto dovuti all’introduzione di nuovi sistemi di sicurezza. La questione del peso è cruciale poiché far variare i limiti in funzione del peso equivale, secondo molti, a fornire una scappatoia all'industria tedesca che, attualmente, produce auto pesanti, di grossa cilindrata e ben al di là delle soglie menzionate.

Il parlamento propone inoltre l'adozione di campagne di responsabilizzazione degli automobilisti per conseguire la riduzione della CO2 nei trasporti, evidenziando gli accorgimenti tecnici (pressione dei pneumatici ed uso dell'aria condizionata) e proponendo stili di guida più fluidi per aumentare l'efficienza dei veicoli sulle strade. I membri del Parlamento, riconoscendo il ruolo dello sport nel comportamento degli automobilisti, ha richiesto alla Federazione Internazionale dell'Automobile (ed al mondo della Formula 1) di cambiare le proprie regole per favorire l'introduzione dei biocarburanti, i motori a 4 cilindri o le auto ibride.

Via | Europarlamento
Foto | mssnare

» CARS 21: A Competitive Automotive Regulatory Framework

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: