La cautela di Toyota sulle Plug-In

Prius Plug in. Foto: Toyota Open Road BlogFacendo la sua apparizione al Motor Show di Detroit, il Presidente della Toyota Katsuaki Watanabe ha annunciato che le auto "ricaricabili" saranno disponibili per clienti selezionati nei prossimi due anni, avvertendo tuttavia che questo non significa che la tecnologia sia pronta per essere lanciata. L'azienda giapponese sta, infatti, realizzando con la Panasonic degli studi di fattibilità sulle batterie al litio, per verificarne la performance in condizioni reali.

Sulle batterie al litio, essenziali per la riuscita delle auto plug-in, Watanabe afferma che: "Siamo determinati a a conoscere le possibilità delle batterie agli ioni di litio, ma non lo sapremo fino a quando non ne avremo costruite un buon numero, usandole nelle diverse situazioni possibili. Solo dopo che avremo fatto questo potremo misurare la resa rispetto a degli standard prefissati e, quindi, valutare se sono pronte per il mercato ed i clienti Toyota."

In aggiunta ai problemi relativi all'automobile, la ricarica alla presa di corrente pone delle questioni tecniche in merito alla capacità della rete di assicurare una richiesta supplementare di energia, da effettuarsi, verosimilmente, nelle ore notturne. Idealmente, i proprietari di un'auto plug-in potranno anche alimentare la rete elettrica mediante le batterie della loro auto, secondo necessità e convenienza economica del momento, tuttavia, in merito a questa possibilità la posizione aziendale è abbastanza chiara: "La nostra competenza riguarda la costruzioni di auto a motore, non la generazione di elettricità, almeno non ancora."

Via | AutoBlogGreen
Foto | Toyota Open Road Blog

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: