Caro prezzi: gli italiani mangiano meno genuino, ma più locale

Indagine Coldiretti SWG consumi e prezzi degli alimenti

Gli italiani spendono il 19% del proprio reddito per i prodotti alimentari (bevande incluse). E' tanto, se si pensa che lo statunitense medio spende meno del 10% del proprio reddito per nutrirsi. Gli americani spendono poco perché mediamente acquistano cibo spazzatura.

Un'indagine di Coldiretti e SWG diffusa ieri rivela che forse gli italiani si stanno lentamente incamminando sulla via americana al cibo.
Pare infatti che, per risparmiare, i nostri connazionali stiano abbandonando i prodotti genuini e freschi, a favore dei prodotti provenienti da allevamenti e colture intensive, come pollo e uova.

Riporto qui di seguito i dati sulla variazione dei consumi del 2007 rispetto al 2006, che sono più esaurienti di mille parole.

Consumi in discesa:
Latte fresco: - 2,2%
frutta: - 2,6%
verdura: -2,6%
pane: - 7%
pasta di semola: - 4,3%
formaggi: -0,4%
vino: - 8,4%
carne bovina: - 4%
suina: - 4,6%

Consumi in aumento:
carne di pollo: + 6,2%
uova: + 5,3%
yogurt: + 4,2%
acqua: + 1%

Ma non tutti i dati sono negativi dal punto di vista ambientale. Notiamo infatti un leggero aumento dei consumi di olio extravergine (+ 1,8%), a fronte di una buona diminuzione dell'acquisto di olio di semi (- 5,9%). Questo potrebbe voler dire che nelle case italiane si frigge meno, cosa buona perché l'olio usato viene solitamente buttato giù per lo scarico, con effetti nefasti una volta che raggiunge fiumi e mari.

Altra buona notizia è che sale il consumo di alimenti locali: gli italiani si stanno trasformando in locavori, per forza o per scelta! Il 75% degli italiani consuma regolarmente alimenti prodotti nella propria zona di residenza. I prodotti locali infatti non hanno subito aumenti dovuti al prezzo del trasporto, che risente del caro benzina. Abbiamo dunque scoperto un altro lato positivo dell'aumento del prezzo del petrolio, oltre a quello di cui parlavo in questo articolo.

Via | Coldiretti
Foto | Elaborazione da foto di stu spivack e Trishia K

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: