Piante dal bicchiere di caffè usato

bicchiere caffe La maggior parte delle volte il bicchierino da caffè in plastica monouso, non riciclabile, finisce nel cestino della spazzatura a lato della macchinetta dell'ufficio. Lo spettacolo s'intristisce ancora di più subito dopo la pausa caffè quando la piramide di bicchieri usati, che si tengono in equilibrio con l'aiuto di una sconosciuta legge fisica, sovrasta il contenitore dei rifiuti.

Pensate invece che da quel bicchierino può nascere una piccola pianta. Nei casi più semplici basta un po' di terriccio fresco pressato e una lenticchia per dare un tocco di verde totalmente genuino al davanzale del vostro ufficio. Dopo aver fatto un paio di forellini sul fondo del bicchiere, mettete un dito di terra e poi il fortunato seme, quindi copritelo e poi pressate per bene.

Mantenete la terra umida, non eccessivamente bagnata altrimenti marcirà e lasciate in un ambiente asciutto. Evitate di toccarlo o spostarlo fin quando uscirà il primo germoglio. Sembra strano, ma sono esseri molto sensibili. E in qualche settimana i risultati sono garantiti

Se invece vi sentite il pollice verde e vi sentite di investire una decina d'euro per l'attrezzatura potete acquistare un sacchetto di terra mista a torba, ideale per queste situazioni. In commercio ce ne sono anche da 3 litri e sopratutto non siete obbligati ad utilizzarla tutta subito. Utilizzando una decina di bicchieri da caffè, forati sul fondo ed un paio di volte anche sui lati, nei supermercati o nei negozi specializzati potete scegliere semi di ogni varietà e specie.

L'unica attenzione è rivolta al periodo di semina perché comprare a gennaio quel che va seminato a settembre non è proprio l'ideale. Ad ogni modo le prime settimane sono le più tranquille: non è rilevante l'esposizione alla luce perché molte specie spuntano anche al buio e potete bagnarle anche una volta ogni tanto.

Appena la pianticella avrà ben radicato e sarà ben sviluppata potrete toglierla estraendo tutto il blocco e facendo attenzione alle radici. Ponetela in un vasetto poco più grande ed il bicchierino adesso potrà finire nel cestino della raccolta differenziata senza remore oppure potrà ricominciare il ciclo. Solo una nota d'attenzione per quando acquistate la torba: controllate sulla confezione il livello di Ph dovrebbe variare tra 3 e 4,5 al massimo, perché quella a ph 5 in genere è per le piante carnivore.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: