MEWT: un nuovo modello di eolico

Nuova tecnologia eolica da studio aerospaziale. Foto dal sito FloDesignDiversi sono i progetti in studio legati all'utilizzazione ed imbrigliamento dell'energia eolica: dalle turbine in plastica all'eolico "a risonanza" per il mini-eolico, dalla diga per concentrare il vento al Kite Wind Generator per i grandi impianti. Ora dall’esperienza aerospaziale di FloDesign nascono i Mixer/Ejector Wind Turbine (MEWT).

I punti di forza di questo nuovo progetto sono:
- le dimensioni inferiori al 50% di un mulino tradizionale a 3 pale;
- maggiore produzione di energia pari al 50% grazie alla particolare struttura aerodinamica;
- minori costi di produzione di circa il 25-35%.

Tali risultati sono stati ottenuti a partire da studi aerospaziali che hanno permesso da un lato di incrementare l’efficienza di conversione dell’energia eolica e dall'alto hanno portato ad una serie di vantaggi quali una maggiore robustezza delle pale ed una minore complessità della parte meccanica con conseguente risparmio in termini economici.

Inoltre, fattore non secondario, questi impianti non sarebbero soggetti alla legge di Betz. Tale postulato riguarda le caratteristiche del fluido e pone come diretta conseguenza il limite massimo di conversione degli aerogeneratori al 59,3%; tuttavia gli studi condotti evidenzierebbero che i MEWT possono superare di un fattore tre o quattro detto limite.

Osservando la struttura dell'aerogeneratore sarebbe inoltre possibile inserire una rete in prossimità delle pale onde evitare impatti con l'avifauna (specialmente i migranti), cruccio di molti ambientalisti e scusa per tanti altri che si appigliano ad un ambientalismo last minute per far valere le proprie (presunte) ragioni.

Via | FlowDesign Wind Turbine
Foto | dal sito FlowDesign Wind Turbine

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: