Rubavano acqua potabile per innevare le piste da sci

innevamento artificiale delle piste da sci. Foto randomduckAvevano realizzato l'acquedotto attingendo a fondi europei per lo sviluppo delle zone rurali e poi, abusivamente, vi si erano attaccati per prelevare acqua potabile con cui innevare le piste da sci. Il fatto e' stato scoperto durante una ispezione degli uomini del soccorso alpino del corpo forestale in una stazione sciistica del Verbano-Cusio-Ossola.

L’operazione era chiamata "fiocco di neve", il danno stimato all'erario e' stato quantificato in 50.000 Euro per utilizzo indebito del finanziamento. La captazione abusiva di oltre 23mila metri cubi di acqua potabile e' andata avanti per 4 anni e ora l'accusa e' di furto aggravato e frode in finanziamenti comunitari.

Dopo le indagini sono state denunciate sette persone: l’ex presidente del consorzio che aveva realizzato l'acquedotto, gli autori dell’allacciamento abusivo, la società di gestione degli impianti da sci, e per finire anche il sindaco del paese in cui e' avvenuto il fatto (Druogno) e il suo tecnico comunale, accusati di aver utilizzato fondi comunitari, destinati ad uno scopo pubblico per finalità diverse di interesse privato.

Via | AzzurraTv
Foto | randomduck

  • shares
  • Mail