Verona, a Fieragricola le soluzioni hi-tech e bio

Distributore di ecodieselTecnologia e agricoltura. L'una non può fare a meno dell'altra, considerate le sfide che ci attendono nel futuro. E a Verona per Fieragricola non solo se ne discute ma si possono vedere in anteprima le migliori solouzioni hi-tech, come quella che viene definita "agricoltura di precisione".

In cosa consiste? Ad esempio, nella guida assistita satellitare interamente automatica del trattore che potrebbe anche viaggiare da solo, con una precisione di manovra che si aggira intorno ai 50 centimetri, ma che con le tecnologie più evolute migliora i parametri di posizionamento fino a 10 centimetri o addirittura 2, se accanto al kit collocato sulle macchine operatrici se ne utilizza a supporto uno anche a terra.

O spingersi per risolvere i vincoli imposti dalla Direttiva nitrati, che impone nelle «Zone vulnerabili ai nitrati» un carico massimo di azoto per ettaro/anno di massimo 170 chilogrammi, grazie alla mappatura del terreno, attraverso il satellite che consente di distribuire e tracciare senza margine di errore la quantità di azoto distribuita sul campo.

Ma il panorama delle novità che gli espositori presentano è davvero ampio: sul fronte zootecnico, si punta sul taglio della bolletta energetica e sul miglioramento del management aziendale con le lampade a raggi infrarossi alimentate ad energia elettrica (contro le tradizionali a gas) per lo svezzamento dei suini e dei polli, collegata ad un sistema di aspirazione dell’ammoniaca, di mantenimento della temperatura fissata dei mangimi, il tutto gestito da un software controllabile anche a distanza.

Si propongono, sul fronte dei biocarburanti i carburanti alchilati, meno inquinanti rispetto anche alla benzina verde tradizionale utilizzata ad esempio nelle attrezzature per il giardinaggio. Per la lotta ai parassiti e alle zanzare tigre viene proposto l’impianto di irrigazione che permette di miscelare sostanze deterrenti per l’insetto, all’acqua per innaffiare.

Estremamente richiesto per il verde residenziale, questa soluzione tecnologica può comunque essere applicata anche ad impianti di irrigazione pre-esistenti. La guerra ai parassiti delle colture avviene, invece, attraverso agenti di controllo biologico, come biofungicidi, bioinsetticidi, nematodi entomopatogeni, biofertilizzanti come micorrize e azoto-fissatori biologici.

Dalla Francia arriva una macchina per la sterilizzazione del terreno, che disinfesta in maniera efficace sfruttando solamente la fora del vapore e consente agli operatori agricoli di seminare già il giorno successivo al trattamento, con un notevole risparmio di tempo rispetto ai metodi praticati abitualmente. Affonda, infine, nelle nanotecnologie la proposta per risolvere le patologie ripristinando l’ecosistema.

  • shares
  • Mail